Cerca
Chiudere questa casella di ricerca.
Cerca
Chiudere questa casella di ricerca.
12 settembre 2023

Protesi salina contro protesi al silicone. Protesi mammarie in silicone: Qual è la differenza?

Le protesi mammarie saline e quelle al silicone sono le due alternative da prendere in considerazione se si sta pensando a mastoplastica additiva o la ricostruzione. Queste due possibilità si differenziano per diversi aspetti, tra cui la principale è la composizione. Una comprende gel di silicone coesivo, mentre l'altra è composta da acqua sterile salata. Anche altri aspetti, come l'aspetto, la sensazione al tatto e i possibili rischi, sono influenzati da questa variazione. In questo articolo del blog esamineremo le principali distinzioni, i pericoli e i fattori di rischio. La decisione è personale e deve essere presa con l'assistenza di un medico perché può essere influenzata da altri elementi, tra cui il tipo di corpo o altre condizioni mediche. 

Immagine che illustra una paziente durante una consultazione per l'aumento del seno

Quali sono le differenze tra le protesi mammarie saline e quelle al silicone?

La scelta tra protesi mammarie saline e protesi mammarie al silicone è una decisione importante per chi la sta valutando. Anche se il medico discuterà di tutte le informazioni importanti, è necessario conoscere alcune delle principali differenze. In questo blog parleremo delle differenze di materiale, di età, di rischi, di aspetto e di dimensioni dell'incisione. Approfondiamo i dettagli di queste due opzioni. 

Materiale di riempimento

  • Impianti salini: Le protesi saline hanno un guscio esterno in silicone e una soluzione salina sterile all'interno. Dopo l'inserimento dell'impianto nel seno, la soluzione viene iniettata al suo interno.
  • Impianti in silicone: Le protesi al silicone sono composte da gel di silicone, una sostanza spessa e simile al gel. Questo serve a simulare l'aspetto e la sensazione di un seno vero, facendolo apparire più naturale.

Rischi di rottura

  • Impianti salini: Se un impianto salino si rompe, la soluzione fuoriesce dal corpo e viene assorbita con il tempo. La rottura sarà evidente.
  • Impianti in silicone: A differenza della rottura della protesi salina, quella della protesi di silicone non sarà molto evidente. Per capire se c'è qualcosa che non va, i medici raccomandano risonanze magnetiche o ecografie per monitorare eventuali cambiamenti.

Dimensione dell'incisione

  • Impianti salini: Rispetto alle protesi al silicone, le protesi saline possono essere inserite attraverso un'incisione più piccola. Ciò è dovuto al fatto che la soluzione salina viene iniettata nel guscio dell'impianto dopo l'inserimento nel corpo.
  • Impianti in silicone: Le protesi in silicone richiedono un'incisione più grande che di solito si estende lungo il bordo areolare.

Linee guida per l'età

  • Impianti salini: Gli impianti salini sono consigliati a persone di età superiore ai 18 anni.
  • Impianti in silicone: Le protesi in silicone sono consigliate a persone di età pari o superiore ai 22 anni. 

Look & Feel

  • Impianti salini: Gli impianti in soluzione salina sono spesso più resistenti di quelli in silicone. Questo perché il gel di silicone è più morbido della soluzione salina. Gli impianti salini sono più inclini a rompersi e a causare altre complicazioni che potrebbero compromettere l'aspetto naturale dei risultati.
  • Impianti in silicone: Le protesi saline non hanno la sensazione e l'aspetto naturale delle protesi al silicone. Il gel di silicone può muoversi e contornare il corpo in modo più naturale poiché è flessibile e morbido, per questo è preferito.
Immagine che illustra un medico che discute le opzioni di impianto di lifting del seno

Quali sono i rischi delle protesi mammarie?

I rischi delle protesi saline e di quelle al silicone sono simili tra loro. Alcuni di essi possono essere:

  • Dolore al seno e disagio.
  • Possibilità di infezione.
  • Cambiamenti temporanei del capezzolo che possono influire sull'allattamento.
  • Contrattura capsulare, che si verifica quando la forma della protesi mammaria viene alterata dal tessuto cicatriziale.
  • Lacerazioni o perdite dalla cicatrice.

Se si verifica uno di questi problemi, il medico potrebbe avere bisogno di rimuovere o sostituire gli impianti con nuove protesi, il che significa più interventi chirurgici. Un altro rischio raro delle protesi mammarie può essere il linfoma anaplastico a grandi cellule correlato alle protesi mammarie, una rara forma di cancro collegata ad alcune protesi mammarie. È fondamentale recarsi dal medico se si notano segni di gonfiore della protesi mammaria, noduli ascellari o mammari o cambiamenti nell'aspetto della pelle intorno al seno.

Qual è l'opzione più sicura?

Se si sceglie la clinica giusta e un chirurgo qualificato per l'intervento, i rischi saranno ridotti al minimo. La mastoplastica additiva è considerata una procedura sicura e ha un'alta percentuale di successo. Confrontando i due tipi di impianti, quelli salini sono considerati l'opzione più sicura. Il motivo è che se l'impianto si rompe l'acqua salata viene assorbita dal corpo. Un altro vantaggio è che ci si accorge se si verifica un evento del genere e si possono adottare misure di protezione prima che il problema si aggravi. Alcune ricerche hanno anche dimostrato un collegamento tra le protesi al silicone e condizioni infiammatorie come il lupus e l'artrite reumatoide, ma nulla è ancora stato provato. Prima dell'intervento, il paziente verrà sottoposto a diversi esami per verificare se le sue condizioni di salute possono interferire con la procedura. 

Immagine che illustra il rischio di rottura delle protesi mammarie

Cosa succede se un impianto si rompe?

In genere, la rottura di una protesi non causa gravi problemi di salute. Tuttavia, può causare disagio, contrattura capsulare e modifiche dell'aspetto del seno. È essenziale monitorare qualsiasi cambiamento o disagio. Se si pensa che ci sia una rottura, è bene parlarne con il chirurgo plastico. In tal caso, il metodo può cambiare a seconda che la protesi sia di silicone o salina.

Rottura dell'impianto salino

Come abbiamo già detto, quando un impianto salino si rompe, lo si nota. L'impianto si appiattisce e cambia dimensioni e forma. La fuoriuscita della soluzione non comporta alcun rischio, ma le particelle di silicone che compongono l'impianto dovranno essere rimosse con un intervento chirurgico. Successivamente, verrà inserito un nuovo impianto per recuperare l'aspetto. 

Rottura dell'impianto di silicone

L'impianto di silicone tende a rimanere nel tessuto cicatriziale che si forma intorno all'impianto e difficilmente si nota. La fuoriuscita di questo materiale non danneggia l'organismo, ma può raggiungere altre aree dello stesso. Se ciò accade, i medici non lo rimuovono per il rischio di danneggiare altri tessuti del corpo. 

La rottura di una protesi in silicone può causare dolore al seno, ispessimento dell'area e cambiamenti nella forma. Di solito i medici se ne accorgono con una risonanza magnetica o una scansione. L'impianto rotto dovrà essere rimosso e di solito ne verrà inserito un altro nello stesso momento. 

Immagine che illustra una consultazione per l'aumento del seno

Cosa devo considerare prima di sottopormi a una protesi mammaria?

Ci sono diversi elementi da tenere in considerazione se si sta pensando di aumentare o ricostruire il seno. Alcuni elementi da tenere presenti sono:

  • Il seno continua a cedere anche se si dispone di protesi mammarie. Se si vuole correggere questo problema, si può prendere in considerazione una lifting del seno anche. 
  • In alcuni casi le protesi mammarie possono interferire con l'allattamento, mentre in altri casi non lo fanno. 
  • Le mammografie potrebbero essere più difficili da eseguire. Le mammografie di routine per coloro che hanno protesi mammarie possono richiedere viste specializzate. È necessario informare il medico che esegue la mammografia se si dispone di protesi mammarie.
  • Una risonanza magnetica può essere necessaria per le persone con protesi al silicone per vedere se ci sono problemi con le protesi o meno.  
  • Non è chiaro quanto durino le protesi mammarie. Le protesi devono essere cambiate spesso per una serie di motivi, come la rottura dell'impianto e il tessuto cicatriziale che si sviluppa dopo l'intervento. Inoltre, il seno continua a svilupparsi anche dopo l'intervento. L'aspetto del seno può alterarsi in seguito a diverse circostanze, tra cui l'invecchiamento e le variazioni di peso. Ognuno di questi problemi può rendere necessario un ulteriore intervento chirurgico.
  • Dopo la rimozione delle protesi mammarie, potrebbe essere necessario un ulteriore intervento chirurgico. Se le protesi devono essere rimosse, potrebbe essere necessario un lifting del seno o un altro tipo di intervento per migliorare l'aspetto del seno.

In Breve

Alla fine, la scelta è una questione di preferenze personali. Le protesi saline e quelle al silicone devono essere scelte in base alle proprie circostanze e aspirazioni, perché ogni paziente è diversa.

Oltre a questi vantaggi e svantaggi, è bene osservare le immagini fornite dalle cliniche. Per confrontare le pazienti con protesi al silicone con quelle con protesi saline, cercate le foto prima e dopo di entrambi i gruppi di pazienti. Prestare particolare attenzione alle pazienti che all'inizio avevano un seno paragonabile al proprio per dimensioni e forma del corpo, per avere un'idea di cosa aspettarsi. 

È fondamentale mantenere un rapporto stretto e una comunicazione aperta con il medico. Egli vi consiglierà il tipo di materiale più adatto alla vostra situazione. Il risultato migliore si ottiene con la minor quantità di cicatrici e il minor tempo di recupero se si sceglie uno specialista esperto e qualificato per questa procedura. 

Immagine di Jessica

Jessica

Incontra Jessica, la compassionevole editrice di siti web con la passione per il turismo medico, le procedure mediche, la chirurgia plastica e la scoperta delle meraviglie dell'Albania. Attraverso la sua scrittura informativa ed eloquente, guida e consente ai lettori di prendere decisioni informate sull'assistenza sanitaria ed esplorare la bellezza di questo incantevole paese. Lascia che Jessica sia la tua fonte di fiducia per tutto ciò che riguarda la salute, i viaggi e la scoperta di sé.

Sommario

Contattateci

it_ITItalian

Instagram e Facebook

HAI BISOGNO DI UN CONSIGLIO DAI NOSTRI ESPERTI?

Ottieni un preventivo GRATUITO da un medico specializzato

Modo più veloce Chiamare ora o WhatsApp

Caricare un file

Il limite di dimensione del file è di 20 MB.

Facendo clic sul pulsante "Invia" qui sotto, accetto che un rappresentante mi contatti via e-mail o telefonate al numero di telefono da me fornito in merito ai servizi di medicaltourisminalbania.com.
Inserire il Captcha